Tagliatelle alla moda di Lucrezia Borgia

dedico questo post e questa prima ricetta ad una mia carissima amica ferrarese. Perche?

Semplicissimo perche’ le Tagliatelle furono, secondo la leggenda, furono  “ideate” dal cuoco bolognese, mastro Zefirano, cuoco personale di  Giovanni II di Bentivoglio, in onore di  Lucrezia Borgia, che passò da Bologna nel viaggio verso Ferrara, dove si recava per sposare il Duca di Ferrara,  Alfonso I° D’Este nel 1502.

Mastro Zefirano si innamorò  dei suoi lunghi, sottili e serici capelli biondi  e vi si ispiro’ per per preparare questo tipo di pasta. …ma come in tutte le leggende che si rispettino …c’e’ sempre una qualche contestazioen:

a storia secondo la condivisibile ricostruzione che viene fatta in la cucina ferrarese, le donne, i cavalier, l’armi, gli amori, e… colto volume degli anni sessanta di giuseppe longhi, è (in estrema sintesi) questa.

La ricetta delle taglietelle col ragù è attribuita a mastro cristoforo da zeffirano de le tagliatelle inventore magnanimo. che sarebbero nate “dall’afa sessuale che hanno potuto generare le profumate trecce di un biondo oro della peccaminosa lucrezia”.

ma se fu così, spiega longhi, non era il 1487 del da zaffirano, semplicemente perché donna Lucrezia non era ancora a ferrara e tanto meno sposata a un este. cosa che avvenne nel 1502. se si vuole che le tagliatelle siano la riproduzione dei biondi capelli di lucrezia borgia, l’orgoglio della creazione deve essere eternato a messer cristoforo da messisbugo il 29 gennaio 1503. quindi… andate a ferrara per le tagliatelle. e per lucrezia borgia.
Lucrezia Borgia

Lucrezia Borgia

“Un radioso sorriso, due trecce bionde, un fazzoletto bordato di perle, una pozione di veleno”.
Questa la descrizione di Lucrezia lasciata da un cronista del tempo.
Giovane, colta, bella, conosceva il greco, lo spagnolo, l’italiano, il francese, un po’ di latino, e sapeva destreggiarsi con astuzia nei banchetti di corte.
Lucrezia Borgia, figlia di Papa  Alessandro VI° e sorella di Cesare detto il Valentino, è stata una delle donne più discusse e controverse del rinascimento europeo.

Lucrezia Borgia nel ritratto di Bartolomeo Veneziano.

la prima ricetta e’ di conseguenza:

Tagliatelle alla moda di Lucrezia Borgia

Preparare delle tagliatelle con uova e farina.
Fare un trito di cipolla, sedano, carota e rosolare bene
Aggiungervi pancetta, manzo e maiale macinati, da sfumare con vino bianco.
Una volta evaporato, sfumare ancora con vino rosso.
Infine, aggiungere del brodo, sale pepe e lasciar cuocere dolcemente per ottenere la giusta consistenza.
Condire con la salsa le tagliatelle cotte in abbondante acqua salata.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Mangiare ...acculturati e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Tagliatelle alla moda di Lucrezia Borgia

  1. chinonrisica ha detto:

    Perchè non indire una gara alla miglior ricetta di condimento per le tagliatelle? Potrebbe essere un “ritorno a casa” piacevolissimo e utile. Quante amiche ferraresi hai, cara reteinrosa?Perchè io lo sono ( ferrarese e amica) e la dedica mi rende orgogliosa.
    Anche se forse a sproposito….

  2. Aster ha detto:

    L’amica e anche ferrarese sei proprio tu…non ho altre amcihe di Ferrara.
    L’idea del concorso e’ molto interessante…passo la pietra così come l’hai lanciata tu…poi vedo se contattando altre amiche blogger che si dedicano alla cucina più di quanto faccia io, riusciamo a fare una cosa divertente….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...